No, il CTR non è una brutta bestia 🙂 Cercherò di spiegarti cos’è (sì, ci provo per davvero). Dunque, secondo Wikipedia il CTR è un acronimo (l’avevi intuito, dì la verità). In inglese infatti per Click-Through-Rate. In italiano potremmo tradurlo come “Percentuale di Click”. Anche se il CTR non è l’unico indicatore di efficacia di una campagna Pay-per-Click (ad esempio su Google Adwords o Facebook), è sicuramente un dato importante

Nella gestione della Cookie Law sono nati dei servizi esterni a pagamento. Uno dei più diffusi è Iubenda. È in  pratica un servizio che ti permette di creare condizioni di privacy e policy in modo veloce. Il servizio copre non solo siti web ma anche App mobile e App Facebook. Link utili Sito Iubenda: www.iubenda.com Gestire la Cookie Law di Iubenda con Google Tag Manager

Probabilmente avrai già sentito parlare di HTTPS e di SSL. Da Agosto 2014 Google ha annunciato che i siti che utilizzano HTTPS avranno un boost nel ranking. Detto in parole povere, avranno un vantaggio nel posizionamento nella SERP, ovvero sui risultati di Google organico). Ovviamente questa notizia ha portato ad una accelerazione nell’uso di questa tecnologia. Ma cos’è sto HTTPS? Semplice: è il protocollo HTTP che usa un certificato SSL.

Il Raggruppamento dei Canali (o Default Channel Grouping) in Google Analytics è un’aggregazione di etichette che identifica il mezzo (medium) che viene accoppiata con la dimensione sorgente (source). Hai capito qualcosa? Cerco di spiegarmi meglio. Il traffico che il tuo sito riceve, proviene da una sorgente (source). I tipi di sorgenti sono state raggruppati nella dimensione mezzo (medium). Le etichette, ovvero le diciture di questa dimensione sono indicate dal Raggruppamento

In Google Analytics troviamo la dimensione Source (Sorgente di Traffico). Tipicamente questa dimensione viene associata ad un’altra dimensione di traffico, ovvero al medium (mezzo). Ok ti starai chiedendo – ma cosa è sto source? – Allora il source a differenza del medium è qualcosa di più specifico. – Ok non mi hai ancora detto cos’è sta source – Te lo spiego. In parole semplici è il dettaglio di provenienza del

Sicuramente ti sarà capitato di imbatterti su questo termine: Referral o Referrar. Bene, cercherò di approfondire bene il concetto, in realtà, non è nulla di così complicato. Cos’è il Referral Dunque il referral non è altro che una sorgente di traffico del tuo sito. Parlando più nello specifico, quella sorgente di traffico è un link di un altro sito che punta proprio al tuo sito. Detto in altri termini, il

Qual è il problema più grande di Google Analytics agli occhi del cliente? Tracciare tutto? – mmm no. Configurare tutto alla perfezione? – Nemmeno. E quindi? Pensaci bene. Credo tu lo faccia ogni mese. Si forse hai capito. Al cliente interessano i risultati che porti sotto forma di report mensile. Il problema (fino a qualche tempo fa) è che dovevi fare molta manualità per portare qualcosa di decente. Ma ora

Andiamo subito al sodo. Cosa sono sti benedetti Feed? Bene il feed non è altro che un file che contiene una serie (tipicamente luuuunga) di informazioni. È appunto un flusso di informazioni 🙂 Il suo formato può essere tipicamente con estensione XML o CSV. I feed possono essere associati ad innumerevoli tipi di applicazioni come ad esempio: gli RSS, oppure più semplicemente al remarketing dinamico. Ecco un esempio: <?xml version="1.0"?>

Abbiamo già visto cosa significa Remarketing e che questa logica viene utilizzata sia da Google AdWords che da Facebook Ads (in realtà esistono delle piattaforme specifiche come Criteo). Ma invece cosa significa Remarketing Dinamico?! Bè presto detto 🙂 Te lo spiego con un esempio. Ti sarà sicuramente capitato di visitare un sito e-commerce di scarpe, andare nel dettaglio di una particolare scarpa e magari aggiungerla al carrello per poi invece

Poco dopo la metà del 2014 è nato il progetto AMP: Accelerated Mobile Pages (https://www.ampproject.org/). Il progetto è sostenuto da Google e ha lo scopo di migliorare l’esperienza dell’utente lato mobile. Il traffico mobile nel 2015 ha superato il traffico desktop e la tecnologia AMP ha lo scopo di aumentare le performance di caricamento delle pagine web da dispositivi mobile. Nel dettaglio AMP sfrutta una serie di tag e attributi