31

Ott 2019

Glossario: Vimeo

Cos’è Vimeo

Vimeo è una delle principali piattaforme di video sharing.

A dirla tutta non solo è il maggior competitor di YouTube, ma è anche nato qualche mese prima del rampollo di casa Google.

logo-vimeo

Ideato da un gruppo di film-maker e lanciato nel 2004, Vimeo raggiunge ben presto un ampio bacino di utenza, tanto da diventare appetibile agli occhi delle società investitrici.

Infatti, nel 2006 viene acquisito dalla InterActive Corp (IAC per gli amici) che fin da subito percepisce le grandi potenzialità della piattaforma.

Ma veniamo al punto.

Cos’ha di diverso Vimeo?

È una nicchia

Sì, possiamo definire Vimeo come un servizio di nicchia.

La maggior parte dei materiali pubblicati su Vimeo sono opera di film-maker, registi, creativi e artisti.

Insomma, i contenuti visivi sono ideati, prodotti e montati da appassionati ed esperti del video making.

Motivo per cui Vimeo non è del tutto gratuito: prevede dei diversi piani di pagamento (Plus, Pro, Business e Premium) che variano in base allo spazio di archiviazione, al numero di membri per account e altre caratteristiche.
Esiste, poi, la versione free, Vimeo Basic, dedicata agli spettatori e agli autori che si accontentano di 500 MB alla settimana di storage.

A proposito degli spettatori: su Vimeo il target è più specifico rispetto a YouTube, anche se meno vasto. Già il fatto che per visualizzare i video occorre possedere un account, implica che chi si iscrive sia un estimatore.

Inoltre, il pubblico non verrà assillato dalla pubblicità: su Vimeo, infatti, non esistono inserzioni pubblicitarie né prima né durante la visione di un contenuto.

Piccola curiosità. “Vimeo” ha un doppio significato: è l’anagramma di “movie” ed è la parola “video” con “me” al centro per indicare che i contenuti video sono a cura degli utenti stessi del servizio.

Qualità e personalizzazione dei video

Un’altra peculiarità di Vimeo è la (apprezzatissima) possibilità di caricare i video in HD e 4K qualsiasi sia il tuo piano.

Non solo. All’interno della piattaforma è presente un pannello per la personalizzazione dei video dal quale è possibile:

  • modificare i colori in modo che rispecchino il tuo brand;
  • aggiungere un logo;
  • scegliere la miniatura;
  • rimuovere la playbar;
  • aggiungere il controllo della velocità;
  • inserire una CTA;
  • proteggere il video con una password o impostarlo su “privato”.

Categorie, non tendenze

Su Vimeo non troverai le “tendenze del momento” (come su YouTube), bensì le categorie di appartenenza dei video con il vantaggio di una navigazione più mirata.

Tutto organizzato in modo molto pulito e facilmente accessibile.

Le categorie proposte da Vimeo

Vimeo On Demand

All’interno della piattaforma troviamo anche Vimeo On Demand, un canale dedicato alla distribuzione dei materiali video.

Su Vimeo On Demand gli utenti possono acquistare contenuti (video, serie, film e 360°) direttamente dagli autori oppure vendere le proprie produzioni incassando il 90% delle entrate (dopo le commissioni di transazione).

Vimeo On Demand

Vimeo School

Vimeo School è il blog che aiuta i videomaker a migliorare la realizzazione dei propri video grazie ai consigli della community.

I suggerimenti, le best practice e gli spunti sono tantissimi e divisi per categorie: pre-postproduzione, luci, suoni, equipaggiamento e shooting fotografici.

Una risorsa preziosissima per gli iscritti e soprattutto per gli appassionati che sono agli inizi.

Analytics dashboard

Dulcis in fundo.

Vimeo integra una dashboard per la video analytics, dove puoi controllare le prestazioni dei tuoi video su Vimeo, sui social media e ovunque sia stato incorporato il tuo contenuto.

Inoltre, la dashboard restituisce anche la percentuale di gradimento del tuo video, inclusi gli abbandoni degli utenti durante la riproduzione.

Se sei un membro Business o Premium, Vimeo mette a disposizione il tracking code per l’integrazione con Google Analytics (e non solo! Adesso viene il bello. Leggi un po’ qua sotto 😉).

Vimeo e Google Tag Manager

E se ti dicessi che Vimeo permette in modo nativo anche il tracking con Google Tag Manager?

Fantastico! 😀

Tracciare i video di Vimeo con Google Tag Manager è un gioco da ragazzi se segui la mia guida: Tracciare i video di Vimeo con Google Tag Manager.

P.S. Anche in questo caso devi essere un cliente Vimeo Business o Premium.

Allora pronto a utilizzare Vimeo? Lasciami un commento qui sotto, se ti va.

A presto e, come sempre, buon Tag!

Condividi anche tu Google Tag Manager!
  • Reply

    claudio

    11 01 2019

    come posso richiamare un video dal mio sito, per farlompartire dall’inizio e con la funzione “Allow notes on this review page” disattivata?
    grazie

    • Matteo Zambon

      16 01 2019

      Ciao Claudio, non ho ben capito la tua richiesta. Sappi che da mobile i video non vengono automaticamente fatti partire. Riesci a darmi informazioni più tecniche?

  • Reply

    MATTEO

    24 04 2018

    DEVO CARICARE DEI VIDEO CHE MI SONO ARRIVATI CON VIMEO SULLA PIATTAFORMA “AUTOSCOUT” PER PUBBLICIZZARE DELLE AUTO, MA AUTOSCOUT CERICA SOLO DEI VIDEO YOU TUBE, QUINDI DOVREI SCARICARE I VIDEO SU YOU TUBE..COME FARE??

    • Matteo Zambon

      27 04 2018

      Ahimè è una cosa che devi chiedere ad Autoscout perché è una loro piattaforma proprietaria 🙂 L’alternativa è scaricati il video di VIMEO e caricalo su un canale youtube e poi dai il link di youtube 😛

  • Reply

    Piero Cannizzaro

    15 12 2017

    come posso fare per mettere i miei video su vimeo a pagamento? Posso stabilire io il prezzo per vedere ogni singolo video? Quanto costa annualmente? In definitiva: conviene?
    grazie

    • Matteo Zambon

      15 12 2017

      Ciao Piero, trovi tutto nel sito di Vimeo nella sezione “sell”. Non ho esperienza in merito e quindi non saprei darti suggerimenti 🙁

      A presto!

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.