Aggiornamenti e Novità su Google Tag Manager | Tag Manager Italia

Alcune news con gli aggiornamenti più scottanti del momento su Google Tag Manager (e non solo).

Come annunciato nei miei due webinar del 13 e del 15 marzo scorso, un enorme asteroide sta per colpire il mondo della web analytics con conseguenze disastrose sui cookie: si tratta del Cookiegeddon. Ma cos’è ‘sto Cookiegeddon? Oh, presto detto. Non è altro che una serie di regole che limitano l’utilizzo dei cookie. Naturalmente, Cookiegeddon è un nome di fantasia (ispirato al film “Armageddon” con

Ecco un altro bellissimo caso studio dove grazie a Google Tag Manager Smarter Travel Media ha raggiunto dei benefici. Chi è Smarter Travel Media? Te lo dico subito 🙂 Rappresenta un portafoglio di diversi brand di viaggio che operano online, in particolare aiuta gli utenti a trovare il viaggio che fa per loro in base ai loro budget. Figo no? I siti del portfolio di Smarter Travel Media includono BookingBuddy

Oggi rullo di tamburi e novità davvero importamente su Google Analytics! Come dall’annuncio ufficiale di Google (in inglese) che trovi in questo link Google Analytics ora ha un nuovo tipo di proprietà e di misurazione tra App e Web. In altre parole Google ha deciso di rendere i dati di App e Web uniti in un’unica proprietà di misurazione. Quindi dice basta al dover impazzire con il matching di dati

Se sei arrivato qui, significa che hai visto il mio speech intitolato “Social Media Tool Mastery: tecniche avanzate per controllare FB Pixel, Chat e altre diavolerie” al Web Marketing Festival 2019. Bene, in questo approfondimento ti svelerò tutti gli strumenti che ho usato e soprattutto come implementarli.   Iniziamo con la descrizione degli strumenti Tutto ovviamente ruota attorno a Google Tag Manager e la vera “magia” avviene grazie alla centralizzazione

BOOOOM! Giovedì scorso (23 maggio) è arrivato un aggiornamento su Google Tag Manager che definirlo come semplice aggiornamento di una nuova funzionalità è davvero svilente. In realtà avevo già sentito (da fonti interne di Google) di questa nuova implementazione. La stavo aspettando da diversi mesi (da fine gennaio per essere precisi) e finalmente è arrivato! 🙂 Di cosa si tratta nel dettaglio? Bè non è un qualcosa di aggiuntivo (Tag,

Un maggio ricco di eventi per Google: dopo il Google I/O, si è da pochissimo concluso il Google Marketing Live 2019, il keynote annuale dedicato agli inserzionisti sull’innovazione nell’advertising online. Ecco una carrellata delle 5 novità più interessanti presentate durante l’evento. Discovery Ads Una delle news che sicuramente ha suscitato la curiosità di tutti è il lancio di Discovery Ads. Si tratta di una nuova tipologia di annuncio pubblicitario che

Si è appena concluso uno degli eventi più attesi del mondo digitale: dal 7 al 9 maggio 2019, infatti, si è tenuto Google I/O. Faccio un passo indietro per chi fosse nuovo da queste parti 🙂 Google I/O è il keynote annuale dedicato alla presentazione dei nuovi hardware, software e vari aggiornamenti relativi alle app e ai servizi Google. Ma bando alla ciance e veniamo alle succulentissime novità sfornate da Big G!

E guarda un po’ ieri alle 23:00 Google Tag Manager rilascia una nuova tipologia di Trigger ovvero: Trigger Group (Gruppo Attivatore in italiano). Wow, figo… ma che è? Andiamo con calma 🙂 Per prima cosa troverai il nuovo attivatore (trigger) sotto i nuovi trigger: Oh, eccolo! Lo hai visto? È quello circondato dal rettangolo rosso 🙂 Bene a questo punto quello che puoi fare è scegliere dei trigger già presenti (oppure

E quatto quatto arriva un’altra piccola novità su Google Tag Manager. Novità bomba? Mmm no. Non in questo caso 😛 Quest’ultimo aggiornamento riguarda due Attivatori, quello relativo ai Video di YouTube e alla Profondità di scorrimento. Infatti ora è possibile impostare quando questi due Attivatori devono avviarsi. Ehhh? ‘Spetta ora te lo spiego. Entrando nella configurazione di uno dei due attivatori ora appare un bellissimo campo in più. Potrai impostare il

Piccolo aggiornamento degno di nota da parte di Google Tag Manager. Infatti, a partire dal 29 Gennaio 2019, all’interno della pagina Versioni (Versions) del nostro contenitore, compare un campo indicante la dimensione, in percentuale, sul limite massimo consentito. L’avviso comparirà solo se superiamo il 70% della dimensione massima. In questo modo siamo al corrente se il nostro contenitore può essere a rischio nel superare la dimensione massima consentita. Se superiamo