Aggiornamenti e Novità su Google Tag Manager | Tag Manager Italia

Alcune news con gli aggiornamenti più scottanti del momento su Google Tag Manager (e non solo).

Oggi apro Google Tag Manager e boom! Di colpo una super novità. La novità è l’arrivo di una nuova Tab nella sezione di Anteprima e Debug (Preview & Debug). La nuova voce in questione è “Errors” e il suo intento è mostrarti eventuali errori dei Tags. Non ancora presente e ufficializzata da qualche articolo nel “released notes” di GTM, ho provato a smanettarci sopra (tanto per cambiare 😀 ). Che tipo

Il bagaglio aggiuntivo     Che tu sia un viaggiatore da “zaino in spalla” o un uomo d’affari, Rail Europe è il tuo miglior alleato quando devi spostarti in Europa. La compagnia rappresenta il più grande distributore di prodotti ferroviari europei nel Nord America, combinando mappe, orari e tariffe di oltre 50 compagnie ferroviarie in un unico marketplace. Infatti, la società gestisce diversi siti web indirizzati al mercato statunitense, canadese

La sfida nel gestire la complessità degli script Fondato nel 2008, Airbnb è la più famosa travel community a livello mondiale, che offre la possibilità di programmare un viaggio a 360°, dall’alloggio fino alla partecipazione a varie attività. La piattaforma di Airbnb, infatti, offre l’accesso a tantissimi tipi di alloggi in milioni di città, in più di 191 paesi in tutto il mondo. Airbnb possiede un product team centralizzato che

Novità appena sfornata in casa Google Tag Manager! Senti già il profumino? 😀 Se hai l’acquolina in bocca come me, ti spiego subito di cosa si tratta. In Google Tag Manager nella sezione Variabili definite dall’utente troverai la nuova opzione Format Value (“Valore formato” in italiano). In pratica ti sarà possibile gestire il formato del valore della Variabile direttamente come impostazione. Prima non era possibile gestirlo (se non nelle variabili di tipo

Great news, gente! La GDPR sta dando veramente filo da torcere a tutti. So di gente ormai ridotta a una larva umana che non mangia e non dorme più… 🙁 Naturalmente tutte le ultime novità hanno cambiato tantissimo la gestione anche dei Tag in Google Tag Manager. Per saperne di più di come sono cambiate le cose, leggi questi altri articoli: Glossario: GDPR Guida Avanzata: Come Installare CookieBot in Modo

Ti ricordi che l’8 Marzo era apparso un avviso sul rinnovamento dei termini di servizio di GTM secondo la GDPR? Avevo anche scritto una news al riguardo. Ebbene, se oggi sei entrato nel tuo contenitore di Google Tag Manager avrai notato un altro avviso, che ti chiede di accettare i nuovi termini di servizio nel caso in cui “fornisci assistenza agli utenti nello Spazio economico europeo o sei comunque soggetto

Eccomi con una nuova notizia fresca sull’interfaccia di Google Tag Manager 😀 Ti ricordi che ti avevo già parlato del suggeritore di Variabili? Praticamente tu inserisci due parentesi graffe e ti compare la lista di Variabili che hai a disposizione! Prima funzionava solo per i Tag HTML personalizzati, e poi diciamo che non era molto preciso 😛 La bella notizia è che ora non solo funziona anche all’interno delle Variabili

La GDPR è ormai nell’aria, come la primavera. Non so se ci avevi fatto caso, ma è cambiato qualcosa anche su Google Tag Manager. Dall’8 Marzo 2018 è apparso questo avviso che avvisa sul rinnovamento dei termini di servizio di GTM: Cliccando su “Leggi testo” si viene rimandati a una pagina in inglese (non esiste ancora la versione italiano ad oggi 28 marzo 2018) con i termini di servizio aggiornati

Questa non è una news solo di Google Tag Manager. Tutti si stanno adattando alla GDPR. E se non l’hanno ancora fatto, lo stanno per fare (eh, gli tocca) 🙂 Ebbene sì, anche Google Analytics! Da poche ore, se vai su Amministrazione > Impostazioni dell’Account, troverai accanto all’emendamento vecchio anche quello aggiornato da accettare. E se ci clicchi ecco cosa appare:   Dovrai semplicemente cliccare su “Accetta” per confermare. Altra

Notizia bomba in casa Google Tag Manager!😎 Purtroppo la news vale solo per il fratello maggiore di GTM, ovvero la versione 360 (quella dove devi pagare un po’ di soldi per averla :P), però è sempre interessante sapere che Google vuole migliorare costantemente i suoi servizi, e in che modo 🙂 La novità sta nelle cosiddette zone contenitore, e può sembrare una cosa da nerd, ma nella realtà è una figata