Tipicamente, quando devi selezionare nel DOM un elemento, si utilizza l’ID. Se non mastichi  di HTML ti faccio un esempio:

<input type=”submit” id=”bu-iscrivimi” class=”classe-pulsante classe-font-rosso  classe-simple” value=”ISCRIVIMI” />

In questo caso l’ID dell’elemento pulsante è “bu-iscrivimi”. Questo ID è (o perlomeno dovrebbe essere) univoco nella pagina.

Attraverso l’ID è possibile quindi identificare un elemento nella pagina ed estrapolarne poi tutte le proprietà.

Il CSS Selector invece utilizza le regole di stile (classi CSS) che si applicano agli elementi HTML per “scovare” l’elemento che ci interessa.

<input type=”submit” id=”bu-iscrivimi” class=”classe-pulsante classe-font-rosso  classe-simple” value=”ISCRIVIMI” />

Attraverso quindi un CSS Selector si possono identificare esattamente uno o più elementi. Nel campo Selettore elemento metteremo “classe-pulsante classe-font-rosso  classe-simple

glossario css selector variabile

Il CSS Selector non è applicato soltanto alle variabili di Google Tag Manager (in particolare in quelle di tipo “Elemento DOM”), ma è usato anche negli attivatori.

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *