La grande novità introdotta il 29 Agosto 2016 (oltre all’aggiornamento dell’interfaccia in stile material design) sono le Aree di Lavoro (Workspace nella versione inglese).

Di cosa si tratta? La possiamo descrivere come una funzione adatta nelle casistiche in cui ci sono più agenzie (o semplicemente più utenti) che devono utilizzare GTM per lo stesso sito/app. Di default quando crei un contenitore ti viene associata un’area di lavoro dove puoi creare Tag, attivatori, variabili, insomma tutto quello che è relativo a GTM.

aree di lavoro google tag manager

“Ok ma non ho ancora capito cosa sono ste aree di lavoro.”

In altre parole le aree di lavoro sono delle istanze (fork) del contenitore di default dove ogni team (o persona) può andare a crearsi la propria versione. Il sistema permette di associare la pubblicazione ad una sola area di lavoro e nel caso in cui ci sono delle diversità tra Tag, Attivatori o variabili il sistema richiede di fare un merge ovvero ti chiede di fare una sincronizzazione (manuale se trova delle incompatibilità) oppure la fa in automatico.

In questo modo è possibile delegare ad esempio la gestione di Google Analytics ad un Team, alla parte di Advertising ad un altro e così via.

Particolarità: possono essere create fino a massimo 3 aree di lavoro nella versione free di Google Tag Manager (nella 360 sono infinite).

Link utili

  • Reply

    maurizio

    24 09 2016

    Ciao inizio oggi con googlead words gli annunci di google a pagamento, il sito pubblicizzato e’ gestito da azienda esterna, mi serve GMT ? Grazie

    • Matteo Zambon

      26 09 2016

      Ciao Maurizio,
      direi che GTM ti può aiutare nella gestione dei Tag di converisone/remarketing Adwords e di Google Analytics senza che tu debba mettere mano al codice. Quindi il mio consiglio è “si usalo”.

      A presto!

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *