Probabilmente avrai iniziato a sentire parlare di AdBlock. Nel tempo la sua ricerca e quindi implementazione ha avuto una reale “impennata”. Su Google Trends (ecco qui la ricerca) possiamo vedere proprio un aumento delle ricerche.   Ma cos’è sto AdBlock? In pratica con l’avvento di Google AdSense, Google Adwords e pubblicità banner in generale siamo invasi (nel web, ma non solo) di pubblicità. Sempre più siti a causa di un

I Modelli di attribuzione sono delle regole che determinano a quale canale è assegnata una conversione. Puoi assegnare i seguenti Modelli di attribuzione alle conversioni: Ultima interazione Ultimo click non diretto Ultimo click AdWords Prima interazione Decadimento temporale In base alla posizione Puoi accedere allo “Strumento confronto modelli” in Google Analytics, in Conversioni > Attribuzione > Strumento confronto modelli. Supponiamo ad esempio che un utente visualizzi un annuncio AdWords riguardo il tuo

Al mondo non esiste solo il motore di ricerca di Google. Attualmente è il numero uno (in Italia oltre il 92% delle ricerche sono effettuate su Google.it), ma sempre più competitor stanno prendendo spazio. Uno di questi è Bing della Microsoft. Bing, proprio come Google con Google Adwords, utilizza degli annunci sponsorizzati del circuito Bing Ads (bingads.microsoft.com). In Italia sebbene il volume di traffico sia molto basso, il CTR e

Cosa sono le Virtual Page (o pagine virutali)? Il nome in realtà dice già tutto 🙂 Sono appunto delle pagine che in realtà non esistono fisicamente nei siti web ma vengono create e passate a Google Analytics. Forse un esempio può farti capire meglio la situazione. Immagina di avere il checkout di un sito e-commerce. Il checkout è di tipo “one page”, ovvero non vengono eseguiti post (caricamenti) di pagina

Quante volte, nell’ambito del marketing online, hai sentito parlare di Funnel di vendita (o Sales Funnel)? Ma cosa si intende esattamente con questa parola? Funnel significa “imbuto“. Immagina la forma di un imbuto, appunto: una grande bocca si stringe fino a terminare in un piccolo foro. Questa non è altro che una metafora per descrivere ciò che dovresti fare con gli utenti per avere successo nel marketing online: rivolgersi a loro – la

Google Alert è uno strumento di Google che permette di essere costantemente informati riguardo uno specifico argomento. Puoi accedere a Google Alert a questo link: https://www.google.it/alerts. Creare un avviso è estremamente semplice: una volta collegato a Google Alerts, digita nella barra di ricerca l’argomento che ti interessa e clicca su “Crea avviso”. In “I miei avvisi” puoi trovare tutti gli argomenti di cui desideri ricevere aggiornamenti. Cliccando sul tasto delle impostazioni (l’ingranaggio)

In Google Analytics è possibile gestire l’attribuzione di link avanzata, ovvero poter gestire in modo “migliore” i click dei link. Ad esempio se avete un link che punta allo stesso url e questo link lo avete in pagine diverse, senza l’attribuzione avanzata non potete sapere effettivamente in quale pagina risultano più click. Come lo implementiamo in Google Tag Manager? Ecco la guida su come implementare l’attribuzione di link avanzata in

Il Crawler (chiamato anche bot, spider o robot) è un software (o script) con il fine di scansionare dei dati. L’assocazione tipica è la scansione di pagine web oppure di database con il fine di estrapolarne i contenuti. Tipicamento nella SEO il Crawler viene associato allo spider di Google. In realtà il crawling è una delle fasi per l’indicizzazione dei siti nella SERP. Per maggiori informazioni ti consiglio di dare

Può capitare che, una volta implementato un Tag, visualizzi degli errori. Questo possono riguardare diversi errori di implementazione: il nome di una variabile del Data Layer, errori dello script, posizionamento del Data Layer, errori di sintassi, etc. Vediamoli nel dettaglio: Data layer variable name in wrong case: “conversionID” Data layer variable name in wrong case: “PageCategory” Data layer variable name in wrong case: “pageSubcategory” Data layer variable name in wrong case: “visitorId” In questi

Google ha introdotto il 18 Febbraio 2016 (qui il post ufficiale) una nuova funzionalità che aggiunge una serie di funzioni a Google Analytics: autotrack.js. Autotrack.js è una libreria che raccoglie più plugin di analytics.js. Puoi implementare l’intera libreria oppure solamente i plugin che ritieni utili. Questa implementazione nasce dal fatto che, oggi, non si devono tracciare solamente siti statici ma anche applicazioni web più complesse. Abbiamo già visto come implementare con