In questo mondo della digital analytics dove tutto sta cambiando, una cosa è sempre certa: se l’utente è loggato lo possiamo tracciare in modo impeccabile.

Per avere dati più accurati e precisi sulle sessioni e sulle attività degli utenti su più dispositivi e piattaforme in Google Analytics puoi utilizzare la funzione User ID.

Questa funzione ti permette di inviare ad Analytics un ID univoco che assegni a ciascuno dei tuoi utenti che hanno eseguito l’accesso al tuo sito web o alla tua app.

Ad esempio, se disponi sia di un sito web che di un’app e i tuoi utenti mobili visitano l’app utilizzando sia telefoni che tablet, potresti utilizzare lo User ID per misurare ed esplorare i percorsi degli utenti in un’unica visualizzazione unificata dei dati.

In questa guida vedremo come tracciare lo User ID in Google Analytics 4 per ottenere un conteggio degli utenti più accurato, per analizzare l’esperienza utente che ha eseguito l’accesso e comprendere il comportamento degli utenti su più device.

Vediamo assieme cosa bisogna fare 😉

STEP 1 – ABILITA LO USER ID IN GOOGLE ANALYTICS 4

Il primo passo è abilitare la raccolta dello User ID in Google Analytics 4.

Psss… dovrebbe essere già gestita di default, ma è meglio controllare 😀

Entra all’interno della tua proprietà di GA4 e vai su:

Admin > Default Reporting Identity > seleziona l’opzione “By User ID and device” e salva.

 

Abilita la raccolta dello User ID in Google Analytics 4

 

Abilitando questa opzione, indicherai ad Analytics che l’identificazione degli utenti attraverso più dispositivi deve essere basata sullo User ID.

Nel bruttissimo caso lo User ID che non venga passato, allora verrà utilizzato il Device ID, ovvero il famoso cookie Client ID (gestito in modo automatico da Analytics).

STEP 2 – INSERISCI LO USER ID NEL DATA LAYER

Ora che GA4 è pronto a ricevere non ci resta che passare il dato a GTM 😉

Per prima cosa devi inserire nel Data Layer il codice che per te identifica l’utente, potrebbe essere ad esempio l’ID dell’anagrafica del tuo CRM/backend dell’ecommerce oppure un ID del tuo gestionale.

Per farlo, puoi farti aiutare da uno sviluppatore, oppure se utilizzi un modulo o un plugin per la creazione del Data Layer puoi vedere se offre un’opzione di default.

Se utilizzi WordPress, ad esempio, puoi utilizzare il Plugin “DuracellTomi’s Google Tag Manager for WordPress” per inserire l’ID utente di WordPress all’interno del Data Layer.

Cercalo tra i Plugin di WordPress ed installalo seguendo la mia guida, se non l’hai già fatto.

Entra quindi in WordPress, in Impostazioni > Google Tag Manager. Da qui potrai modificare le impostazioni del Plugin.
Dalla scheda Basic data > Visitors, abilita la terza voce “Logged in user ID” e salva le modifiche.

plugin google tag manager for wordpress user id

A questo punto verrà assegnato un codice agli utenti che effettuano il login sul tuo sito,  il cosiddetto ID, che appunto corrisponde all’ID della tabella user del database di WP.
Prova ad effettuare il login in WordPress e visitare una pagina del tuo sito con la modalità Debug/Preview di Google Tag Manager  attivata. Nella sezione Data Layer dovresti vedere proprio il codice assegnato alla voce “visitorId”.

Nota: Il parametro potrebbe avere nomi diversi (non essendoci purtroppo uno standard). Quindi il tuo potrebbe chiamarsi:

  • userid
  • user_id
  • id

user id nel data layer google tag manager

 

STEP 3 – CREA UNA VARIABILE DI LIVELLO DATI PER GESTIRE LO USER ID

Abbiamo ora il valore pushato nell’oggetto dataLayer. Che cosa bellissima. Per prenderlo ci basterà creare una Variabile che “peschi” lo user id dal Data Layer.

Niente di più facile 🙂

  • Vai in Google Tag Manager > Variables > User-Defined Variables > New
  • Tipo di variabile: Data Layer Variable

selezione variabile tipo Data Layer Variable

  • Nome variabile: visitorId.
  • Versione livello dati: Versione 2.
  • Rinomina la Variabile: “User ID” e salvala.

variabile abilitare user id analytics google tag manager

 

STEP 4 – AGGIUNGI IL PARAMETRO USER ID AL TAG DI CONFIGURAZIONE DI GA4

Adesso dobbiamo inviare lo User ID a Google Analytics 4 per permettergli di associarlo all’utente e di conseguenza agli eventi che scatenerà.

Prima però, vediamo un attimo come GA4 gestisce la raccolta dello User ID e l’attribuzione di quest’ultimo agli eventi.

Una volta che associ lo User ID ad un utente, per esempio quando l’utente esegue l’accesso al tuo sito web, tutti gli eventi che scatenerà verranno associati a quell’utente.

Vediamo qualche esempio:

Se l’utente arriva sul tuo sito web, scatena gli eventi 1 e 2 senza aver eseguito l’accesso al suo account, nessun User ID verrà associato a questi eventi.

Quando però l’utente esegue l’accesso e scatena l’evento 3, Google Analytics 4 assocerà lo User ID sia all’evento 3 che agli eventi 1 e 2.

Infine se l’utente si disconnette e scatena l’evento 4, nessun User ID sarà associato all’evento 4 (che fregatura), ma gli eventi 1,2 e 3 rimangono associati a quell’utente.

Perciò ci basterà inserire il parametro dello User ID nel Tag di Configurazione di GA4, senza dover modificare tutti i Tag evento perché come abbiamo visto, GA4 assocerà in modo automatico gli eventi agli utenti che hanno eseguito l’accesso.

Capito? 🙂 Ottimo, andiamo avanti.

  • Apri il Tag di Configurazione di GA4 in Google Tag Manager.
  • Nella sezione Field to Set aggiungi una nuova riga
  • Nome: user_id  –  Valore: {{User ID}} (cioè la variabile che hai appena creato).
  • Salva il Tag.

Nota: puoi usare anche User Properties come gestione. Questo è l’unico caso in cui entrambe le configurazioni (Field to Set e User Properties) portano allo stesso risultato.

Di fatto, lo User ID è un parametro in GA4 che si lega all’utente (quindi è una user properties, ma può essere configurata anche come semplice parametro con Field to Set).

Aggiungi il campo User ID al Tag di configurazione d GA4 in Google Tag Manager

 

STEP 5 – VERIFICA LA CONFIGURAZIONE

Adesso è il momento di verificare che tutto funzioni correttamente, per farlo utilizzeremo il DebugView di Google Analytics 4

Per prima cosa, vai nel tuo sito web ed esegui il login per accedere al tuo account, in modo da essere indentificato con lo User ID.

Una volta fatto questo, attiva la modalità Debug/Preview di Google Tag Manager  e vai sul tuo sito web.

Attendi la fine del caricamento e successivamente nel tuo account di Google Analytics 4 vai su > Configure > DebugView.

Se hai fatto tutto correttamente dovresti vedere l’icona arancione dello User ID immediatamente prima del primo evento che hai scatenato.

 

Test configurazione User ID DebugView Google Analytics 4

 

Inoltre se clicchi su qualsiasi degli eventi successivi a questa icona, vedrai che nella sezione User Properties troverai la voce user_id con il valore che gli hai assegnato.

 

User Properties con valore User ID debug view Google Analytics 4

 

Se tutto è andato per il verso giusto, torna nel tuo contenitore di Google Tag Manager e pubblica le modifiche cliccando sul pulsante blu Submit.

STEP BONUS: COME UTILIZZARE LO USER ID NEI REPORT

Lo User ID è già una dimensione predefinita in Google Analytics 4, perciò una volta configurata e atteso almeno 24 ore possiamo utilizzarla per poter visualizzare questi ID nei rapporti e nelle esplorazioni.

Vediamo adesso dove trovarli quando creiamo i report in Google Analytics 4.

All’interno della dashboard per la creazione dei report, clicca sul segno + accanto alla voce Dimensions:

 

Inserire Dimensioni durante la creazione report Explore GA4

 

Sulla parte destra dello schermo troverai l’elenco delle dimensioni disponibili per essere aggiunte al report divise per categorie.

Sotto la voce User troverai la dimensione “Signed in with user ID” che è esattamente la dimensione che utilizza GA4 per associare lo User ID agli utenti.

Flagga questa opzione e infine clicca sul pulsante blu Apply per aggiungerla alle dimensioni disponibili per i report.

 

Dimensione User ID nei report di Google Analytics 4

 

Yeaaaaah! Fantastico vero?

Adesso puoi utilizzare questo dato per:

  • Creare segmenti di Remarketing più precisi
  • Confrontare gli utenti che hanno effettuato l’accesso con quelli che non hanno effettuato l’accesso
  • Creare rapporti e esplorazioni

Perciò che aspetti? Implementa questa configurazione nel tuo sito web e sfrutta tutte le potenzialità dello User ID 😉

Link alle guide ufficiali

Non sono esattamente così esaustive come questa guida, ma ecco le guide ufficiali:

Ti interessa un corso di oltre 5 ore con i dettagli di Google Analytics 4?

All’interno dello Shop del Club Tag Manager Italia (ora aperto al pubblico e disponibile anche ai non membri del Club) puoi trovare il mio corso su “Google Analytics 4“. Trovi anche il corso specifico per l’e-commerce: “L’e-commerce in Google Analytics 4).

Corso Google Analytics 4

 

A presto e Buon tag!

 

Condividi anche tu Google Tag Manager!

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.