Come ben saprai, su Google Tag Manager non tutti i tipi di Tag sono predefiniti. Ma niente paura: per fortuna esistono i Tag HTML Personalizzati che ci vengono in soccorso 🙂 Questo è il caso del Tag di Yandex Metrica. Nel glossario che ho scritto puoi scoprire le funzioni più interessanti di questo tool per l’analisi del comportamento degli utenti completamente gratuito. Vediamo un po’ come fare per installare Yandex

Oggi voglio svelarti una cosa: grazie a Google Tag Manager è possibile tracciare veramente qualsiasi cosa all’interno di un sito web, persino i click sulle immagini senza link 🙂 Perchè dovresti tracciarli, anche se non hanno un link? Beh, perché è utile per capire il comportamento degli utenti sul sito. Ad esempio, se scopri che tanti utenti cliccano su un’immagine senza link, forse potrebbe essere un’opportunità trasformarli in un’immagine cliccabile. Vediamo

Il 10 Maggio Google Tag Manager ha creato la viariabile di Google Analytics. Oggi 12 Maggio 2017 è finalmente a disposizione di tutti (evviva!). Ho preso la palla al balzo ed ecco una video guida   Fammi sapere cosa ne pensi ed iscriviti alla newsletter 😉 Qui il quick tip video di Google Analytics

Se ti sei chiesto come si fa a tracciare chi scarica un file .ZIP sul tuo sito web, direi che ti trovi nel posto giusto 🙂 Ti spiego brevemente come farlo grazie a Google Tag Manager, in pochi e semplici step. Step 1 – Crea l’attivatore Entra in Google Tag Manager e vai nella scheda Attivatori > Nuovo. Scegli un nome: potresti chiamarlo ad esempio “Click ZIP”. Cliccando su Configurazione

Se sei qui è perché ti sei (sicuramente) chiesto come riuscire ad estrapolare il Client ID di Google Analytics con Google Tag Manager. Il report su Google Analytics Devi sapere che in realtà esiste un report in GA che visualizza i Client ID. Ahimè però ha dei limiti la dimensione ID Cliente (sì, si chiama così in italiano) non è gestibile nei report personalizzati. Figo, dove trovo sto report? Trovi

Per gestire correttamente la Cookie Law dobbiamo disabilitare gli strumenti di profilazione dell’utente e, soprattutto, far apparire il fastidioso avviso che il sito sta utlizzando i cookie. Allora, esistono vari modi per gestire la cosa. La prima soluzione è cercare di gestire in maniera autonoma questa implementazione (con Google Tag Manager diviene davvero semplice). Un’altra soluzione è quella di utilizzare servizi esterni, come per esempio, Iubenda. In questa guida ti

Dopo aver capito come si implementa il Pixel di Monitoraggio di Facebook con Google Tag Manager e come tracciare la transazione con il pixel di Facebook da Tag Manager. “ok sarà simile alla transazione no?“. No, è ancora più semplice. Ora te lo spiego. Partiamo dalla solita premessa (lo ripeto che male non fa): Facebook ha una gestione di tracking abbastanza semplice da implementare e ben spiegata in questa pagina

Esattamente come per i Pixel di Facebook, Bing Ads ha la possibilità di gestire in modo dinamico le transazioni (qui trovi la guida per le transazioni di Facebook). Vediamo come gestire questi parametri con Google Tag Manager. Vedremo l’implementazione sia con un Tag di tipo HTML personalizzato, sia con il Tag specifico di Bing. Pronti? STEP 1 – Crea il codice di monitoraggio su Bing La prima cosa da fare

Durante le mie consulenze mi è capitato di imbattermi in un problema legato alla configurazione di Apache. Nel dettaglio il problema è legato alla Mod Security Rules ovvero un modulo di Apache legato alla sicurezza. Questo modulo blocca gli iframe che vengono impostati come invisibili (style=”display:none;visibility:hidden”). Come sappiamo dal 27 Settembre 2016 Google Tag Manager ha diviso in 2 snippet l’implementazione. Uno di questi, e più precisamente lo snippet che

Sicuramente ti sarai imbattuto nell’esigenza di installare una chat di assistenza nel tuo sito o nel sito dei tuoi clienti. In questa semplice guida ti spiegherò come installare Zopim Live Chat attraverso Google Tag Manager. Sei pronto? Iniziamo 🙂 Step 1 – Cerca lo snippet di Zopim Come un po’ tutti i tools web c’è da installare uno snippet. La prima cosa da fare è trovare e copiare lo snippet