In questa guida ti mostrerò come impostare un sottodominio personalizzato all’interno del contenitore Server-Side di Google Tag Manager del servizio di Stape.io.

Requisiti per questa guida:

Perché utilizzare un sottodominio personalizzato all’interno del contenitore di Gogole Tag Manager Server-Side

Il vantaggio principale di impostare un sottodominio personalizzato all’interno del contenitore di Google Tag Manager Server-Side è che aiuta a bypassare l’ITP (Intelligent Tracking Prevention) e aumenta la durata dei cookie per gli utenti che navigano in Safari. I pixel verranno caricati dal tuo sottodominio ed eseguiti come proprietari.

Il tracking Server-Side di Google Tag Manager consente di spostare i pixel di tracciamento di terze parti dal sito Web o dall’app all’ambiente lato server. Spostare il tracking lato Server offre alcuni vantaggi rispetto al tracking lato client:

  • Migliori prestazioni: sul tuo sito web o sulla tua app vengono eseguiti meno script, il che significa meno codice eseguito all’interno del browser, migliorando la velocità del tuo sito web.
  • Maggiore sicurezza: i dati sono più protetti poiché verranno gestiti all’interno dell’ambiente lato server.

Hai due opzioni per codificare l’URL del server:

  • utilizzare l’URL di codifica che è stato creato per te ed è ospitato sul dominio di Stape.io
  • creare un sottodominio personalizzato.

Ti consiglio di impostare un sottodominio personalizzato poiché con il sottodominio personalizzato godrai dei seguenti vantaggi:

  • Bypassare l’ITP
  • Durata estesa dei cookie.

Come sai, l’ITP non influisce sulle richieste dal tuo dominio.

COME AGGIUNGERE UN SOTTODOMINIO PERSONALIZZATO ALL’INTERNO DEL CONTENITORE DI GTM SERVER-SIDE

Prima di tutto, devi creare e configurare il contenitore del server di Google Tag Manager. Se non hai un contenitore server segui queste istruzioni.

STEP 1 – REGISTRA UN NUOVO SOTTODOMINIO SU Stape.io

Accedi al tuo account su Stape.io e fai click su “Add custom domain” all’interno della sezione Containers.

 

Aggiungi un sottodominio personalizzato per GTM server side stape.io

STEP 2 – CREA UN RECORD DNS PER IL NUOVO SOTTODOMINIO

Adesso devi accedere al servizio di hosting che gestisce il dominio e aggiungere un record DNS per il sottodominio che vuoi utilizzare.

  • Per la posizione del server UE, imposta il record A su 35.195.159.201
  • Se invece hai scelto Stati Uniti come posizione del server, imposta il record A su 35.193.123.107
  • Sono disponibili altri IP di altri Paesi

Se, ad esempio, utilizzi Cloudflare fai così:

  • Accedi al tuo account
  • fai clic sul sottodominio del tuo sito
  • fai clic su DNS
  • Aggiungi record proposto da Stape.io e che hai scelto a seconda della tua zona

Aggiungi un record DNS su Cloudflare

Configura il record DNS così:

  • Nome: gtm (o qualsiasi altro nome che preferisci per il sottodominio)
  • Indirizzo IPv4 per la zona US Center (lowa): 35.193.123.107
  • Indirizzo IPv4 per la zona US East (South Carolina): 34.139.101.37
  • Indirizzo IPv4 per la zona US West (Oregon): 104.198.8.50
  • Indirizzo IPv4 per la zona EU West (Belgium): 35.195.159.201
  • Indirizzo IPv4 per la zona AP East (Singapore): 34.126.138.154
  • Indirizzo IPv4 per la zona SA East (São Paulo): 35.198.36.195
  • TTL: automatico
  • Stato del proxy: disabilitato
  • Salva.

 

In giallo l’IP indicato per la gestione GDPR in Europa.

In questo esempio invece il verrà creato un sottodominio gtm.XXXXXX.it con l’IP in USA.

Record DNS cloudflare per dominio GTM server side

 

STEP 3 – AGGIUNGI IL SOTTODOMINIO SU Stape.io

Torna adesso su app.stape.io, dove eravamo rimasti allo step 1 e inserisci il sottodominio che hai scelto nello step precedente e salva.

 

Inserisci il nuovo nome di dominio per il contenitore di GTM server side

 

Una volta fatto dovrai attendere il completamento del processo di verifica, saranno necessarie fino a 72 ore (ma potrebbe impiegare anche qualche minuto, dipende dal tuo hosting) e una volta che il tuo sottodominio è stato aggiunto e verificato, dovresti vedere lo stato “Running”

STEP 4 – AGGIUNGI IL SOTTODOMINIO AL CONTENITORE DI GTM SERVER-SIDE

Una volta che il sottodominio è attivo vai nel contenitore di Google Tag Manager Server-Side e procedi così:

Admin > Container Settings > Modifica il “Server container URL” e inserisci il tuo sottodominio.

Modifica URL del contenitore GTM server side

 

Ed il gioco è fatto! Da questo momento il tuo contenitore GTM Server-Side è configurato sul tuo sottodominio.

Adesso dobbiamo modificare i Tag nel contenitore web di GTM per fare in modo che inviino i dati degli eventi al nuovo sottodominio.

STEP 5 – MODIFICA LA VARIABILE DELLE IMPOSTAZIONI DI GOOGLE ANALYTICS

Se hai installato Universal Analytics nel tuo contenitore web di GTM, allora adesso devi aggiungere il nuovo Tagging Server URL alla variabile delle impostazioni di Google Analytics (GASV) all’interno del tuo contenitore web GTM. In questo modo non dovrai modificare uno ad uno tutti i Tag di Analytics.

Nel caso in cui tu voglia inviare solo determinati eventi al Server, effettua la modifica direttamente al Tag evento di Universal Analytics.

Fai così:

  • Apri la GASV di Google Analytics
  • Vai su More Settings > Advanced Configuration
  • Incolla il tuo sottodominio all’interno del parametro “Transport URL” senza / finale

Aggiungi il transport URL alla variabile delle impostazioni di Universal Analytics

 

STEP 6 – MODIFICA IL TAG DI CONFIGURAZIONE DI GOOGLE ANALYTICS 4

Se hai installato anche GA4 nel tuo contenitore web, devi modificare il Tag di configurazione di GA4 per fare in modo che i dati vengano inviati al nuovo dominio in cui è ospitato il tuo contenitore Server-Side di Google Tag Manager.

Ecco la guida dove spiego come farlo:

Questo è tutto! Da questo momento le richieste del tuo contenitore web di GTM vengono effettuate al tuo sottodominio e quindi sono resistenti al blocco dei cookie di terze parti.

Ti è piaciuta questa guida?

Fammelo sapere nei commenti 🙂

Buon Tag!

Condividi anche tu Google Tag Manager!

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.