Great news, gente!

La GDPR sta dando veramente filo da torcere a tutti. So di gente ormai ridotta a una larva umana che non mangia e non dorme più… 🙁

Naturalmente tutte le ultime novità hanno cambiato tantissimo la gestione anche dei Tag in Google Tag Manager.

Per saperne di più di come sono cambiate le cose, leggi questi altri articoli:

Una delle problematiche era ad esempio l’attivazione della “Funzione di generazione di Rapporti sulla Pubblicità”, che ai tempi della nostra amata Cookie Law (è proprio vero che si stava meglio quando si stava peggio… anche se in futuro sarà ancora più un disatro 😀 ) poteva essere gestibile in maniera semplicissima, o direttamente dalla piattaforma di Google Analytics:

google analytics attiva dati pubblicità

 

…oppure all’interno dei Tag relativi a Google Analytics (o nella Variabile delle impostazione di GA abilitando questo simpaticissimo flag. Ultrasemplice!

 

flag pubblicità display google tag manager

 

Indovina un po’: con l’avvento della GDPR tutto questo è diventato ormai obsoleto. Perché la rigidità di questa funzione (flag sì, flag no) non prevede la possibilità di attivazione in base all’accettazione o meno dell’utente dei cookie di marketing.

In pratica la funzione non era parametrizzabile, e questo voleva dire che bisognava creare dei duplicati per ogni Tag, con e senza funzione di marketing abilitata…. un incubo, vero? Io un paio di notti insonni pensando a ‘sta cosa le ho fatte.

Tuttavia il buon vecchio Simo Ahava aveva aggirato il problema, presentandoci il #barbatrucco attraverso customTask che, con una variabile JavaScript abilitava e disabilitava la funzione lato codice, tramite protocollo di misurazione.

Insomma un #barbatrucco adatto a solo per i NERD sviluppatori (like me 😀 ).

 

customtask google tag manager

 

Questo per fortuna ci aveva già semplificato la vita, evitandoci di raddoppiare tutti i Tag di Google Analytics.

Ma non finisce qua: Google Tag Manager ha pensato bene di introdurre una funzione nativa per risolvere il problema.

Questa funzione è proprio la novità di cui ti sto per parlare: il Campo allowAdFeatures.

Adesso in pratica, andando su Altre Impostazioni > Campi da impostare puoi inserire il nuovo campo allowAdFeatures, che abiliterà o meno la Funzione dei Rapporti per la Pubblicità a seconda che l’utente abbia accettato o meno i cookie di marketing. Così:

 

allowadfeatures google tag manager

 

Tutto ciò rende obsoleto la soluzione con il customTask. O per lo meno: il metodo di Simo Ahava col customTask è sempre valido e funzionante, ma se esiste una funziona nativa più intuitiva perché complicarsi la vita e non approfittarne? 😉

Naturalmente ricorda che dovrai gestire la funzione o col customTask o con allowAdFeatures: se usi l’uno, non usare anche l’altro. O le capre, o i cavoli.

Al prossimo aggiornamento e… Buon Tag!

 

LINK UTILI:

Condividi anche tu Google Tag Manager!

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.