Immagino sia rimasto anche tu traumatizzato dall’avvento di Google Analytics 4, come molti altri professionisti.

“Eh sì! Soprattutto per avere le idee chiare sulle diavolo di differenze di GA4 rispetto a Universal Analytics!”

Hai perfettamente ragione. Molte cose importantissime sono cambiate.

Ma per tua fortuna in questa guida ci togliamo uno dei sassolini più ingombranti dalla scarpa.

Ovvero: le differenze su come vengono gestiti gli Eventi tramite Google Universal Analytics (UA) e il nuovo Google Analytics 4 (GA4).

Ti va di fare questo “gioco” delle differenze?

Ecco come procederemo:

  • vediamo la diversa struttura con cui si compongono gli Eventi in Universal Analytics e in Google Analytics 4
  • vediamo le diverse tipologie di Event Reports che abbiamo a disposizione in GA4
  • zoomiamo sulle caratteristiche di ciascuna delle 3 tipologie dei principali report Eventi in Google Analytics 4

Allora iniziamo!

 

 

LA STRUTTURA DEGLI EVENTI IN UNIVERSAL ANALYTICS E GOOGLE ANALYTICS 4

Una delle differenze più sostanziali tra Universal Analytics e Google Analytics 4, riguarda proprio la struttura del Data Model.

Per farla molto breve, GA4 ragiona solo ed esclusivamente con Hit di tipo Evento e con i suoi relativi parametri.

Invece come saprai, Universal Analytics ha diverse tipologie di Hit (Pageview, Event, Transaction, Timing etc).

GA4 inoltre è più flessibile e con meno restrizioni.

Infatti alcune configurazioni di tracciamento sono automatiche e gestite direttamente dalla piattaforma.

Già una bella evoluzione, no? 🙂

Un esempio di flessibilità è nel tracciamento delle classiche “azioni” che l’utente esegue nel sito.

In Google Analytics 4 abbiamo la possibilità di essere completamente autonomi nei campi da compilare rispetto a Universal Analytics.

“In che senso, Matteo?”

Te lo spiego subito.

In Universal Analytics, come ben sai, siamo abituati ad abbinare a un evento 4 specifici parametri:

  • Event Category (Categoria)
  • Event Action (Azione)
  • Event Label (Etichetta)
  • Event Value (Valore)

Il buon Tag di Google Tag Manager ce li mostra esplosi in bella mostra:

Fields to compile when creating a new event type Tag in Universal Analytics

 

Questi 4 parametri che si possono implementare nel Tag di GTM vengono importati su Google Analytics e si possono visualizzare nel report andando su Behavior (Comportamento) > Events (Eventi) > Top Events.

Nel report Top Events, cliccando su Event Category, possiamo analizzare i valori di Event Action, Event Label.

Ora tieniti forte…

In Google Analytics 4 puoi stravolgere tutto!

Infatti puoi personalizzare completamente la nomenclatura e il setup del tuo tracking.

In altre parole: non sei più vincolato ai 4 parametri standard di Universal Analytics che abbiamo elencato sopra.

Sei libero di impostare tutti i parametri che ti servono per misurare in dettaglio gli eventi sul tuo sito web o e-commerce.

Puoi farti un’idea di ciò di cui ti sto parlando se vai nel tuo account Google Tag Manager, clicchi Tag dal menu a sinistra > Tag Configuration > GA4 Event.

Da qui, ora l’unica cosa che devi fare è inserire l’Event Name.

Dopodiché puoi decidere tu stesso la struttura del tuo tracking (come da immagine qui sotto).

selezionare nome evento in google analytics 4 con Google Tag Manager

 

Puoi decidere ad esempio di non inviare ulteriori parametri.

Viceversa come ti accennavo poco fa, puoi decidere invece di personalizzare e rendere molto più specifica la scelta di parametri che comporranno l’evento da tracciare.

In altre parole: in base a quelli che sono i tuoi obiettivi di analisi, potrai scegliere di implementare tutti quei parametri che ti servono per descrivere meglio il contesto in cui l’evento si è verificato.

Quindi, ad esempio, misurando non solo i click su un pulsante di aggiunta al carrello di un prodotto.
Ma anche le condizioni meteo presenti al momento del completamento dell’evento stesso.

Ma continuiamo a scavare in profondità negli eventi di Google Analytics 4.

Ti va? 🙂

A differenza di Universal Analytics, ci sono 4 categorie di eventi in GA4.

Nelle guide linkate potrai approfondire singolarmente le varie tipologie di eventi:

 

Gli Event reports in Google Analytics 4

Ci sono 3 tipologie di report principali in Google Analytics 4 che puoi utilizzare per monitorare gli eventi, e sono:

  1. Reports > Realtime
  2. Reports > Engagement > Events
  3. Explore > Explorations

Vediamo ora le caratteristiche più importante di questi 3 report principali in GA4.

 

1. “Reports > Realtime > Event count by Event name” (in italiano “Report > In Tempo Reale > Conteggio eventi di nome evento”

Qui troverai una lista di tutti gli eventi tracciati dalla tua proprietà di Google Analytics 4 negli ultimi 30 minuti.

Cliccando su un particolare evento, avrai tutti i parametri utilizzati dall’evento.

Real time eventi in Google Analytics 4

 

Inoltre puoi arricchire questi eventi con ulteriori parametri e puoi creare delle dimensioni personalizzate nella tua proprietà di Google Analytics 4 (per poter vedere i parametri custom negli altri report).

 

2. “Reports > Engagement > Events” (in italiano “Report > Coinvolgimento > Eventi”)

Da qui puoi monitorare invece l’andamento generale tramite una panoramica di tutti gli eventi inviati alla tua proprietà di Google Analytics 4.

Cliccando nella lista di eventi che vedi sotto i grafici, avrai accesso ai report specifici.

GA4 report Engagement Events

3. “Explore > Explorations” – (in italiano “Esplora” > “Esplorazioni”)

Ricordi quando più in alto in questa guida parlavo della “flessibilità” di GA4?

Bene. Questa caratteristica è ancora più evidente se vediamo un nuovo strumento a nostra disposizione, chiamato “Editor delle analisi”.

Cosa ti permette di fare?

Molto semplice: ti consente di creare delle specifiche analisi di dati.
Ovvero: “comporre” una dashboard personalizzata con tutte i dati di cui hai bisogno per monitorare gli eventi relativi ad azioni di digital marketing o campagne, per esempio.

Trovi questa funzionalità (come da immagine qui sotto) cliccando dal menu delle analisi a sinistra su “Explorer”.

Da qui abbiamo la possibilità scegliere la tipologia di report che vogliamo creare sotto la lista di “Esplorazioni”.

report explore in Google Analytics 4

 

 

Per approfondire ti lascio alla guida ufficiale di Analytics al riguardo che puoi trovare qui.

 

VUOI IMPARARE A USARE GA4 (GOOGLE ANALYTICS 4) IN MANIERA SEMPLICE E VELOCE?

Se ne hai abbastanza di perdere valanghe di ore a leggerti guide per cercare di utilizzare Google Analytics 4 a regola d’arte e vuoi passare subito all’azione, forse ti posso aiutare 🙂

Il consiglio spassionato che ti do è di dare un’occhiata al mio corso Google Analytics 4.

Ah, se invece gestisci un e-commerce (tuo o dei tuoi clienti) e vuoi configurare alla perfezione Google Analytics 4, nello Shop di Tag Manager Italia trovi un corso dedicato proprio a questa esigenza: si tratta di ”L’E-commerce in GA4”.

 

Corso Google Analytics 4

 

Hai qualche dubbio? Fammelo sapere nei commenti qui sotto.

A presto e… buon Tag 🙂

Condividi anche tu Google Tag Manager!

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.