Finalmente basta rotture di scatole!

Per la mia (e la tua) felicità Google Tag Manager continua a sfornare nuove funzionalità e a semplificarci la vita.

La novità di oggi farà venire l’acquolina in bocca a tutti i NERD in ascolto: l’introduzione della Variabile Tabella delle Espressioni Regolari.

Eh? A che serve? Perchè?

Aspetta, mi tolgo il cappello da NERD. Si tratta di un bel passo in avanti!
Fino a ieri, l’unica tabella disponibile era la Tabella di ricerca, per farti capire questa qua:

tabella di ricerca lookup table in google tag manager

Serve a creare dei pattern input-output, ad esempio “se il valore è 1 restituisci X”, “se il valore è 2 restituisci Y” e così via.

Moooolto molto utile. Il vero problema di questa Variabile, però, era fondamentalmente la mancanza totale di flessibilità, perchè l’unica corrispondenza possibile era quella ESATTA.

Esatta. Capisci?? Esatta.

E per noi smanettoni abituati alle espressioni regolari era un vero supplizio, diciamocelo pure.

Ecco, la Variabile Tabella delle Espressioni Regolari o RegEx Table (così si chiama in inglese) serve proprio a questo. È una sorta di evoluzione della tabella di ricerca (che rimarrà tale e quale), con delle opzioni aggiuntive che la rendono molto più adattabile ai nostri (analitici) scopi.

tabella delle espressioni regolari in google tag manager

Vuoi capire meglio come si usa? Allora ti rimando alla mia Guida Base all’utilizzo della Tabella delle Espressioni Regolari.

Ti vedo già con la schiuma alla bocca 😀 Sta’ calmo, inizia ad usarla, e poi condividi con me tutte le magie strepitose che ci hai fatto! Sono curiosissimo!

Condividi anche tu Google Tag Manager!

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *