Ottimizzazione SEO e Posizionamento con Google Tag Manager

Chi ha detto che Google Tag Manager è solo uno strumento per la Web Analytics?

Sono tanti i modi in cui Google Tag Manager ti può essere di aiuto anche se ti occupi di SEO ;)

Ad esempio puoi gestire i dati strutturati con JSON-LD agendo su Knowledge Graph e i rich snippet nella SERP, puoi modificare gli Attributi HTML5, cambiare title e description.

Non ti basta?

Puoi anche tracciare gli errori 404 su Google Analytics e gestire i Rel Canonical.

Mica male per essere “solo uno strumento di analytics”, vero? :)

Leggi le mie guide per l’Ottimizzazione SEO con Google Tag Manager e sentiti libero di commentare se hai dubbi o mi vuoi lasciare un parere!

JSON-LD è un metodo con il quale è possibile eseguire il markup delle pagine web, in alternativa ai microdati. Può essere utilizzato ad esempio per inserire i Rich Snippets. Per definire i dati con il metodo JSON-LD è necessario inserire un elemento JavaScript (tipicamente nella sezione <head>) della pagina web di riferimento. Il vantaggio dell’utilizzo di JSON-LD è che la sintassi è molto più semplificata ed intuitiva, in questo modo ci sono meno

I Sitelink sono dei link che possono comparire sotto i risultati di ricerca di Google. Questi link hanno lo scopo di velocizzare ulteriormente la ricerca degli utenti, indicando le sezioni più importanti del tuo sito direttamente dalla SERP di Google. I Sitelink vengono generati automaticamente da Google ma possono essere aggiunti anche manualmente alle tue campagna pubblicitarie della rete search in Google Adwords. E’ possibile includere sotto al link della propria

I Breadcrumbs, all’interno di una pagina, sono degli elementi che indicano la posizione della pagina in cui ci si trova all’interno della gerarchia del sito. Nei Breadcrumbs è indicato il percorso della pagina, dalla homepage attraverso tutte categorie e sottocategorie. In questo modo, l’utente può orientarsi facilmente nel sito e tornare alla pagina genitore. Nell’esempio riportato qui sopra, vedi i Breadcrumbs per la pagina “glossario” di tagmanageritalia.it. Cliccando su “Guide”

I dati strutturati (Structured Data) sono dei markup on-page che permettono di indicare dei contenuti del tuo sito in modo che siano comprensibili per i crawler, cioè degli script che scansionano il codice della pagine web con l’intento di aggiornare la SERP. I dati strutturati aiutano quindi i motori di ricerca a indicizzare le pagine del tuo sito, dando la possibilità di: visualizzare dati aggiuntivi in corrispondenza dei risultati delle ricerche, nella SERP.

02

Ago 2017

Glossario: SERP

L’acronimo SERP sta per Search Engine Results Page. La SERP è semplicemente la pagina dei risultati di un motore di ricerca. Quando cercate qualcosa su Google, Yahoo! o Bing, i risultati della ricerca vi verranno mostrati in modo ordinato nella Search Engine Results Page (SERP, appunto). Scopo della SEO (Search Engine Optimization) è quello di far risultare un sito internet nelle prime posizioni della SERP, per ovvi motivi di visibilità.

Lo Scraping, o più nel dettaglio il Web Scraping, è un termine inglese che identifica l’estrapolazione di dati attraverso tecniche o sistemi software. “Ok, non ho capito, puoi parlare potabile?” Proviamo con un esempio. Hai una pagina web, facciamo finta che sia un e-commerce. Nella pagina che stai visualizzando c’è il dettaglio di un articolo in cui è ben visibile il prezzo: 35,99€. Bene. Facciamo sempre finta che tu, per qualche

Il Crawler (chiamato anche Bot, Spider o Robot) è un software (o script) con il fine di scansionare dei dati. Viene tipicamente associato alla scansione di pagine web oppure di database con il fine di estrapolarne i contenuti. Nella SEO il Crawler viene associato allo spider di Google. In realtà il crawling è una delle fasi per l’indicizzazione dei siti nella SERP. Per maggiori informazioni ti consiglio di dare un

Sapevi che è possibile mostrare la Search Box interna al tuo sito web direttamente in SERP, fra i Rich Snippet? Mettiamo il caso che il tuo sito abbia una funzione di ricerca interna molto usata dagli utenti. Probabilmente sarà utile far in modo che possano farlo direttamente, senza passare prima dalla Home 🙂 Ecco come la Search Box verrà mostrata in SERP insieme allo snippet del tuo sito: La Search

Google ama rendere comoda la vita dei suoi utenti e aiutarli a trovare le informazioni che cercano il più velocemente possibile. Anche senza dover necessariamente visitare i risultati di ricerca per avere delle risposte a ciò che cercano. Ciao Google 🙂 anche noi ti vogliamo bene. Ecco perché nel maggio 2012 Google ha implementato il Knowledge Graph (su Google.it invece è arrivato nel dicembre 2012).   Di cosa stiamo parlando?

Questo articolo è stato scritto da Roberto Serra, fondatore di Web MArketing Training. Se hai un sito, un blog o un e-commerce devi fare in modo che il tuo progetto possa ottenere più traffico possibile. Mai occorresse fare il punto, i dati Eurostats infatti proseguono nello scandirci una crescita esponenziale di Business e opportunità. Solo per il settore e-commerce le vendite, e i conseguenti turnover, dal 2008 sono in netta