In questa semplice (per davvero) guida, ti spiegherò come modificare il siteSpeedSampleRate di Google Analytics con Google Tag Manger. Perchè dovresti aumentare il valore? Perché campiona solamente l’1% degli utenti! É così semplice che basta un unico step. La premessa è che tu abbia già un Tag di Google Analytics Pageview attivo. Step 1 aggiungi il campo e impostalo ► Apri il Tag di Google Analytics ► Ulteriori impostazioni ►

Premessa L’esempio di implementazione è pensato per una pagina particolare dove l’utente atterra a seguito di un’azione di web marketing. In realtà ci sono molte altre casistiche dove il tracciamento UTM potrebbe essere utile. In questa guida ti spiegherò quanto è semplice configurare i parametri UTM con Google Tag Manager. Per rinfrescarti la memoria ti consiglio di dare un occhio al Glossario di cosa sono i parametri UTM di Google

Molti mi hanno chiesto come tracciare il Download di file PDF. Ho deciso quindi di creare la guida che ti spiegherà passo passo come farlo. Quindi prendi fiato e iniziamo, ora ti spiegherò come tracciare quando un utente scarica un file PDF dal tuo sito. Tramite Google Tag Manager, ovviamente 🙂 Step 1 – Crea l’attivatore Entra quindi in Google Tag Manager, nella scheda Attivatori > Nuovo. Come Evento scegli

Fammi indovinare, stai già usando Hotjar e vorresti spingere l’integrazione con Google Analytics. Come possiamo fare? Ovviamente devi aver già configurato Hotjar con Google Tag Manager e avere a disposizione almeno una dimensione personalizzata. Devi sapere che, come per molti tools di web analytics, Hotjar utilizza un cookie per capire se sei un utente nuovo o di ritorno. Dentro alle statistiche di Hotjar è presente un valore “univoco” per utente

Gestire il Cross Domain (o interdominio) con Google Tag Manager è veramente semplice 🙂 Come ben saprai se non gestiamo il Cross Domain avremo due valori nel client id diversi e quindi non riuscirai a capire se l’utente che passa da un sito all’altro è lo stesso oppure no. Ad esempio shop.miosito.it e miosito.it.

Ti sei mai chiesto se puoi tracciare gli utenti che hanno AdBlock installato? Perchè dovresti farlo (anche se non hai AdSense)? Ti lascio due valide ragioni: 1- Hai mai provato a navigare il tuo sito con AdBlock? Probabilmente potrebbero esserci degli elementi bloccati. 2- Potresti escludere dal remarketing gli utenti che usano quell’estensione. L’idea è questa. Usiamo una variabile nel DataLayer che indica se AdBlock è attivo o meno. Il

Ormai abbiamo capito che grazie a Google Tag Manager siamo in grado di tracciare tutti i comportamenti degli utenti in un sito internet, anche i più improbabili o curiosi. Uno di questi è sicuramente l’evento Scroll del mouse. Tracciare in quali pagine gli utenti “Scrollano” di più, ed addirittura sapere quanto hanno scrollato, può essere molto interessante ed utile per capire la qualità dei contenuti delle pagine e la loro

In questa semplice guida ti spiegherò come creare le Virtual Page con Google Tag Manager. Immaginiamo di voler tracciare quando un utente clicca su un pulsante di richiesta preventivo ed appare un dialog. La mia esigenza è quella di creare una virtual page quando l’utente apre questo dialog. STEP 1 Come prima cosa creiamo un attivatore che si abilita al click del pulsante che apre il Dialog.   STEP 2

Potrebbe essere interessante sapere quali frasi o parole dei contenuti del tuo sito selezionano e copiano gli utenti. Sì, hai capito bene, oggi ti spiegherò come implementare il tracciamento dell’evento “copia”, con Google Tag Manager ovviamente. Step 1 – Crea il tag Per prima cosa crea un nuovo Tag. Scegli prodotto > HTML Personalizzato. In Configura tag incolla questo codice:   <script> // Declare function to get selected text from

Nelle tue pagine web potresti avere delle Tab, cioè delle schede contenute nella stessa pagina. Potrebbe essere interessante sapere se un utente clicca su una di queste Tab e ne legge quindi il contenuto. Con questa guida ti spiegherò come tracciare i click sulle Tab utilizzando Google Tag Manager. Step 1 – Attiva le variabili integrate Per prima cosa, dovrai attivare le Variabili integrate relative ai click. Vai quindi in