Hai iniziato a testare Bing Ads come canale e vorresti iniziare a tracciare un po’ di conversioni? Magari pensi di farlo con Google Tag Manager visto la tipica semplicità di implementazione?

Bene il procedimento è davvero molto simile a all’implementazione del codice di conversione Google Adwords, ma con una piccola differenza. Uno degli ultimi Tag disponibili è proprio su Bing. Ho aggiornato questa guida e vedremo le soluzioni sia utilizzando un un Tag HTML personalizzato che il Tag dedicato Bing. Sei pronto?

Step 1 – Crea il codice di monitoraggio su Bing

Accedi alla piattaforma di Bing Ads (bingads.microsoft.com).
Vai nella campagna e nel menù a sinistra seleziona la voce Monitoraggio conversioni

bing ads - conversione

La prima cosa che devi fare è creare il Tag UET (Universal Event Tracking).
Per farlo ti basta cliccare sul pulsante Crea Tag UET e seleziona lo snippet che ti viene proposto.

codice monitoraggio UET

Step 2 (prima opzione) – Crea il Tag HTML personalizzato

Non ti resta che creare il Tag HTML personalizzato e incollare il codice dello snippet UET.

Davvero è più facile farlo che spiegarlo 🙂

Tag Google Tag Manager - Bing UET

Se desideri puoi aggiungere dei parametri aggiuntivi come il totale della transazione: ecco qui la guida ufficiale di Bing: https://help.bingads.microsoft.com/#apex/3/it/n5012/2

Ho creato una guida specifica per tracciare le conversioni di Bing con Google Tag Manager.

Step 2 (seconda opzione) – Crea il Tag Bing

Selezioniamo il Tag di Bing e inseriamo il codice id di Bing nel campo ID tag UET:
La variabile UETQ lasciamola così, è il nome dell’oggetto che gestirà tutti i parametri.
Il tipo evento lasciamo caricamento di pagina. Nel caso volessimo tracciare la transazione questo parametro andrà cambiato.
Selezioniamo alla fine come attivatore “tutte le pagine” (se vogliamo tracciare tutte le pagine!).

google tag manager tag bing

Step 3 – Pubblica!

Ora sei pronto per testare le tue conversioni su Bing. Pubblica il Tag buona fortuna 🙂

Veriricalo dal debug preview oppure con l’estensione di Chrome UET Tag Helper

PS: tipicamente il Tag viene abilitato con un attivatore nella thank-you page e non su All Pages come nello screen 🙂

A presto e Buon Tag!

  • Reply

    Simonetta

    07 03 2017

    Ciao Matteo!
    Quando devi tracciare una conversione scatenata da un evento, invece, come ti comporti?
    Con AdWords è molto semplice perché basta creare il tag inserendo come Attivatore l’evento precedentemente creato (es. Tipo Attivatore: evento personalizzato; Nome evento: event_registration; Questo attivatore si attiva su: tutti gli eventi personalizzati), mentre per Bing possiamo inserire solo il UET Tag (ora GTM ha la configurazione per gli eventi Bing e sto provando ad utilizzare quella) e poi creare una Conversione basata su un evento per il quale, però, dobbiamo specificare anche Categoria, Azione, Etichetta, Valore..
    Tu come ti comporti in questi casi? Crei un nuovo attivatore su GTM specificando tutte le voci che Bing richiede per riconoscere l’evento o esiste un modo più semplice?

    Grazie mille di tutto!
    Simo

    • Matteo Zambon

      09 03 2017

      Ciao Simonetta, in realtà su Bing puoi attivarli con le stesse modalità di Adwords, ovvero con eventi personalizzati (idem pixel di facebook per capirci). Tieni presente che l’attivatore ha lo scopo di far accendere i TAG, poi il contenuto degli stessi lo gestisci come reputi più opportuno (dati in pagina, piuttosto che variabili livello dati).

      Fammi sapere!

  • Reply

    Davide

    26 09 2016

    Ciao Matteo,
    come posso inserire col GTM il tracciamento dinamico delle conversioni Bing con UET (per dinamico intendo che oltre a restituirmi la conversione mi restituisca anche il valore del carrello)

    Grazie mille!

  • Reply

    Alessandro Lorizzo

    12 07 2016

    Ciao Matteo, una sola domanda: nel caso della configurazione delle conversioni Bing, devo settare la configurazione dicendo di attivare il tag manager su una pagina specifica, cioè quella di conversione, anziché su tutte le pagine. Giusto?

    • Matteo Zambon

      12 07 2016

      Ciao Alessandro!
      Tipicamente la conversione avviene e poi atterri su una pagina chiamata in gergo “thank you page”. Quindi la risposta è sì.
      Visto che non è specificato nell’articolo e vedo che nello screen c’è “All Pages” capisco il tuo dubbio.

      Vedo di aggiornare l’articolo inserendo questo dettaglio 🙂

  • Reply

    Marco

    06 06 2016

    Ciao!
    Su Genesis Framework (Studio press… un framework WP molto diffuso) sembra non funzionare questo sistema. Tutti i caratteri come apici, parentesi, vengono “tradotti” nel loro corrispettivo codice.

    <body class="home blog logged-in admin-bar no-customize-support wp-featherlight-captions custom-header header-image header-full-width content-sidebar brunch-pro ""><!– Google Tag Manager –>
    <noscript><iframe src="//www.googletagmanager.com/ns.html?id=GTM-55Z7HG"

    Funziona invece in questo modo https://gist.github.com/anandkumar/3863350

    Cosa ne pensi?
    Da cosa può dipendere?

    • Matteo Zambon

      06 06 2016

      Ciao Marco,

      non ho capito se ti riferisci al codice di Bing o in generale allo snippet di GTM. Dall’esempio vedo che riporti l’esempio di installazione GTM da WP. In tal caso hai già provato una delle 3 soluzioni? http://www.tagmanageritalia.it/come-installare-google-tag-manager-tramite-wordpress/ (in realtà non dista tanto da quella che hai inserito tu).
      Il problema potrebbe essere qualche plugin o funzione che fa l’encode HTML del valore che gli viene passato.
      PS: Occhio che non sia Bing stesso a darti apici o doppi apici non “standard”.
      Fammi sapere!

    • Marco

      07 06 2016

      Cha sbadato! Il commento era per l’articolo “Come installare Google Tag Manager tramite WordPress”.
      Seguendo varie guide ho sbagliato a scrivere. Se puoi spostalo nella sezione giusta 🙂

      Ovviamente fa riferimento alla terza soluzione, cioè caricare lo script tramite function.php con il codice da te creato.
      Il problema è propio quello, che viene fatto l’encode dell’HTML (anche se adesso che in questo stesso commento è stato fatto l’encode dell’HTML e viene visualizzato tutto correttamente 🙂 ), mentre Genesis visualizza tutto così:

      & # 6 0 ; & #33; & #45; Google Tag Manager –-> ecc ecc…

      Nonostante l’altra soluzione funzioni farò un check, in caso l’errore fosse riconducibile a qualche plugin lo segnalerò qui nei commenti.

Hai ancora qualche dubbio?
Chiedi pure qui sotto, sarò pronto a risponderti!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *