In questa guida ti spiegherò come implementare il codice di monitoraggio chiamata di Google AdWords con Google Tag Manager. Piccola premessa di come funziona “sto monitoraggio di chiamata“. In pratica Google fa da proxy (o da ponte se il termine non ti è familiare) usando dei suoi numeri di telefono. Cosa diavolo significa? Che quando l’utente preme quel numero di telefono sul sito, ad esempio col celluare, dove visivamente è

Gestire il Cross Domain (o interdominio) con Google Tag Manager è veramente semplice 🙂 Come ben saprai se non gestiamo il Cross Domain avremo due valori nel client id diversi e quindi non riuscirai a capire se l’utente che passa da un sito all’altro è lo stesso oppure no. Ad esempio shop.miosito.it e miosito.it.

L’interdominio o Cross Domain permette ad analytics di tracciare le sessioni dell’utente su siti diversi e gestirli come singole sessioni. Google Analytics riesce a gestirli attraverso il client id, facendo in modo che questo sia uguale nei vari domini. Ad esempio miosito.it e shopmiosito.it In questo modo potrai gestire in Google Analytics i dati senza averli “frammentati” in sessioni diversi con utenti diversi. Link utili ► Guida ufficiale Google

Aggiornamento 09/10/2016 A seguito di alcune nuove implementazioni (compresa il doppio snippet da inserire nell’ <head> e nel <body>) sono stati aggiunti altri Tag predefiniti. Uno di questi è proprio Hotjar! Lascerò comunque la vecchia guida con l’utilizzo del Tag HTML personalizzato perché comunque rimane assolutamente valida e funzionante. In questa (breve) guida ti spiegherò come implementare Hotjar con Google Tag Manager. Step 1 – Recupera lo Snippet di Hotjar

Ti sei mai chiesto se puoi tracciare gli utenti che hanno AdBlock installato? Perchè dovresti farlo (anche se non hai AdSense)? Ti lascio due valide ragioni: 1- Hai mai provato a navigare il tuo sito con AdBlock? Probabilmente potrebbero esserci degli elementi bloccati. 2- Potresti escludere dal remarketing gli utenti che usano quell’estensione. L’idea è questa. Usiamo una variabile nel DataLayer che indica se AdBlock è attivo o meno. Il

Probabilmente avrai iniziato a sentire parlare di AdBlock. Nel tempo la sua ricerca e quindi implementazione ha avuto una reale “impennata”. Su Google Trends (ecco qui la ricerca) possiamo vedere proprio un aumento delle ricerche.   Ma cos’è sto AdBlock? In pratica con l’avvento di Google AdSense, Google Adwords e pubblicità banner in generale siamo invasi (nel web, ma non solo) di pubblicità. Sempre più siti a causa di un

Ormai abbiamo capito che grazie a Google Tag Manager siamo in grado di tracciare tutti i comportamenti degli utenti in un sito internet, anche i più improbabili o curiosi. Uno di questi è sicuramente l’evento Scroll del mouse. Tracciare in quali pagine gli utenti “Scrollano” di più, ed addirittura sapere quanto hanno scrollato, può essere molto interessante ed utile per capire la qualità dei contenuti delle pagine e la loro